mercoledì 27 giugno 2007

Shirin Neshat


Esplora da alcuni anni la complessità delle condizioni sociali all'interno della cultura islamica, rivolgendo uno sguardo particolare al ruolo che qui ha la donna: nelle sue foto e nei suoi video incontriamo corpi velati, martiri, sottomessi, che si devono relazionare con la violenza ed il terrorismo, immagini intense e fortemente connotate. Il suo è un corpo che sente, nel confronto intimamente vissuto delle culture, le possibilità di intersezione che l'hanno portata ad avere una visione anticonvenzionale e a mantenere un forte distacco dai pregiudizi, tanto quelli del mondo Orientale quanto quelli del mondo Occidentale.

1 commento:

Ornella ha detto...

Ciao, sono lieta che tu sia passata dal mio blog.
Il tuo spazio sembra interessante, quindi ripasserò volentieri.

Alla prossima.